Iscos - menu progetti
 
Pakistan

Pakistan

ASPETTATIVA DI VITA:
65 anni

ALFABETIZZAZIONE:
49% della popolazione adulta (2000-2004)

POPOLAZIONE CHE VIVE CON MENO DI 1 $ AL GIORNO:
17% (2002)

MORTALITA' SOTTO I 5 ANNI:
101 su 1000 nati vivi (2004)

PNL:
600$ pro capite (2004)


 
Assistenza sanitaria ai campi profughi afgani
Assistenza sanitaria ai campi profughi afgani

Il progetto, a favore dei profughi afghani in Pakistan, ha avuto inizio quando l’Afghanistan era nella morsa della sua ultima guerra, in seguito agli attentati dell’11 settembre 2001. I massicci bombardamenti e l’attacco portato al regime dei talebani hanno costretto donne, uomini e bambini a fuggire dalle proprie case per cercare rifugio in Pakistan. Oltre 1,5 milioni di persone si sono aggiunte al già alto numero di esuli distribuiti nei campi intorno alle città, lungo il confine. Dando seguito alla campagna di raccolta fondi promossa dalla CISL, ISCOS ha avviato un progetto, finanziato dalla Regione Piemonte, “Supporto ai profughi afghani”, articolato in due parti. Una dedicata all‘Assistenza sanitaria nei campi profughi di Khurasan e Nauthia a Peshawar e l’altra che prevedeva l’apertura di tre Centri di accoglienza per piccoli orfani afghani, organizzati come case-famiglia, rispettivamente a Peshawar e a Quetta. La durata prevista era di un anno, ma, grazie a ulteriori finanziamenti ricevuti (tra gli altri, dal Sermig di Torino), si sono potute prolungare entrambe le attività. La prima parte del progetto mirava a fornire assistenza sanitaria ai rifugiati nei campi.
A questo fine tre equipe, comprendenti medico, infermiera e farmacista, visitano i pazienti, distribuendo le medicine gratuitamente, in due ambulatori appositamente attrezzati all’interno dei campi. Il personale ha a disposizione due ambulanze che servono anche a trasferire i malati gravi agli ospedali. Oltre all’attività clinica, le equipe, svolgono una attività di sensibilizzazione su igiene e prevenzione sanitaria, sulla pianificazione familiare, sui rischi della cronicizzazione delle malattie.
In particolare è vitale prolungare la parte di progetto dedicata ai novanta piccoli orfani afghani ospitati nelle tre case-famiglia e che qui sono accuditi ed educati da una coppia di “genitori comuni”. I bambini, di età dai tre ai quattordici anni, sono stati raccolti dall’associazione di donne RAWA, partner locale del progetto.


 

Promotore: ISCOS PIEMONTE

Settore d'intervento: Diritti Umani

Partner: RAWA

Cofinanziato: Regione Piemonte

Beneficiari: Minori e 70.000 profughi

Costo dell'azione: 100.000 euro


altri progetti in
Pakistan
:

incorso [2]

2011  Formazione
Migranti pakistani: ponte tra sviluppo locale e integrazione


2010-2011  Emergenza
Cash for Work


incorso [16]


 
Network Ituc - Csi cis Etuc - Ces Ces Concord Solidar Ong Italiane
sostenitori

©2007-2009 Iscos Cisl - WebDesign by Cantoberon Multimedia ©2007

« home page - chi e dove - collabora- iniziative - progetti - sostienici »
« area stampa - blog - mediateca - mappa del sito - link - network - sostenitori »

 

Iscos Cisl - Home Page Iscos Cisl - Progetti